Porti lontani

    È difficile dirti qualcosa di nuovo. È un periodo duro, uno dei più difficili della tua vita. Credo di capire le tue difficoltà. Immaginarti in una relazione fa male, è complicato, è troppo presto. Provare a riavvicinarci non è servito a superare quel che ci divide. Anche se si tratta di noi due. […]

Sognando l’Irlanda – II. Strapiombi

Sandy guardava i prati che si estendevano a perdita d’occhio dal finestrino. Mentre la macchina procedeva lungo la strada deserta, gli occhi erano fermi sugli stessi elementi, ripetitivi e potenti, del paesaggio: il verde dei prati che si estendevano in una languida dolcezza senza speranza, il cielo enorme e grigio. La sottile cortina di pioggia, […]

Tempo per stare

“Forse bisogna capire che per alcuni cambiamenti della propria vita non si può accelerare. Si deve solo vivere la vita”. L’hai sempre saputo ma ora te ne rendi conto. E così le cose che frullano nella testa si mettono a girare come palle impazzite e cercano un nuovo ordine. L’ordine adatto per adesso. Hai sempre […]

La notte stellata

Il giorno che Lucilla arrivò in paese nel giro di pochi minuti la notizia arrivò tra noi ragazzi. A dire il vero si era già sparsa i giorni precedenti: si diceva che la nipote della Signora Borracci sarebbe venuta a farle visita per qualche giorno. Si aggiungevano dettagli sulla sua età, intorno ai tredici anni, […]

Intensità

Siamo sul divano a parlare. Nel soggiorno, sul tavolo i resti della cena preparata da lui, la bottiglia di Ripassa ormai vuota, il posacenere pieno di mozziconi di sigarette. Siamo nel mezzo di una delle nostre profonde conversazioni; lui è seduto sul divano con una gamba piegata e io sto mezza sdraiata, incapace di non […]

Sognando l’Irlanda – I. La partenza

Luglio, estate 1997. Sandy stava studiando per l’ultimo esame di quella sessione quando Seb la chiamò al telefono. “Oh! Allora si parte, eh.” “Ah, e dove si va?” “Con Antonio ieri siamo andati in agenzia. Con ottocentomila lire partiamo per l’Irlanda. Viene anche Roby”. “Mm. Quindi è già deciso che vai.”

Fermare un fiume con una mano

Spesso mi fermavo a osservarla. Guardavo il suo profilo mentre eravamo sedute in cucina. Rivolta verso la finestra, fissava un punto davanti a sé in modo talmente assorto da farmi chiedere cosa meritasse tanta attenzione, e giravo anche io la testa nella stessa direzione. Ma in strada c’era il solito viavai di persone e la […]