Allinearsi

Seduta sul bagnasciuga guardo la linea d’orizzonte che divide il mare dal cielo. In quella linea c’è il punto in cui sembrano toccarsi. E si toccano, ma senza fondersi l’uno nell’altro, restano l’uno sull’altro, l’uno accanto all’altro. Sono sempre vicini ma nessuno ha il controllo, non si disturbano. Ognuno ha il suo mondo, le sue storie e i suoi abitanti, ma non possono interscambiarsi. Procedono paralleli ognuno nella propria esistenza, per la propria strada. Per loro natura, a volte si influenzano. Quando il cielo è grigio e carico di pioggia il mare il più delle volte è agitato. Quando il cielo risplende dei colori del tramonto, il mare li amplifica con sfumature brillanti, vive.

Nei giorni di nebbia si somigliano di più, confondendosi in un bianco acquoso e denso, ma la linea di separazione è lì.

Nel temporale fanno rumore e paura in modi diversi ma con intensità uguali, combattono le ostilità della natura e poi ritrovano insieme la calma.

Sono una bella coppia, entitá separate eppure allineate; l’uno intangibile e l’altro percepibile con tutti i sensi, sono in armonia nella composizione dello spazio, nella tavolozza dei colori e delle forme.

Per il tempo a venire, saranno vicini, sempre allineati, regalando un’idea di continuità.

Chissà se così potrebbe funzionare anche per noi due.

Cosa c’è di più appagante che riscoprirsi in armonia per essere allineati? Cosa serve per esserlo, altrimenti?

Mi chiedo quali altre risposte cerchiamo.

 

Alessandra Guenci

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s